Città accessibili a tutti. Linee guida per politiche integrate

L’INU ha costituito una rete sui temi dell’inclusione, dal 2016 sta sviluppando “Città accessibili a tutti”. Il programma  lanciato nel XXIX Congresso con il Progetto Paese, l’urbanistica tra adattamenti climatici e sociali, innovazioni tecnologiche e nuove geografie istituzionali, prosegue con il XXX Congresso, Governare la frammentazione. Si contestualizzano così gli impegni per la visione inclusiva, fondati sulla Costituzione e sulla ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite, del 2006, sui diritti delle persone con disabilità.

La multidisciplinarietà e la ‘trasversalità’ delle tematiche hanno imposto l’applicazione di una struttura aperta e condivisa. Il programma dell’INU è diventato conseguentemente un progetto di rete condiviso con importanti enti  che ne sono parte integrante.

In tre anni molteplici azioni pubbliche,  circa 25 iniziative, hanno coinvolto quasi 900 partecipanti in ambiti internazionale, nazionale e regionale, consentendo di raccogliere oltre 120 buone pratiche, illustrate nel sito di “urbanisticainformazioni.it”.

La mancanza di politiche dedicate e di integrazione è apparsa tra le maggiori criticità da affrontare, le Linee guida – Politiche integrate per città accessibili a tutti  rispondono proprio a questa carenza e costituiscono il principale contenuto dell’Atlante città accessibili, la nuova piattaforma presto on-line.