Il Mosaico di San Severo

Percorso di sperimentazione dei Progetti Territoriali per il Paesaggio Regionale del PPTR della Puglia. SISUS - Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile “Rigeneriamo il Mosaico”

Nel Mosaico di San Severo la forma dei campi, gli alberi, la direzione delle zolle, le case, sono forme che si spostano nel tempo dove la quadratura dei campi resta ben visibile. Cerchiamo, col nostro Percorso, un’aria nuova che entri nei quadri, una libertà di guardare, sentire, immaginare il Paesaggio.

Il Mosaico di San Severo vuole essere etica del Paesaggio.

Spazio come valore etico per custodire l’anima dell’Architettura. Impulso dinamico per far uscire interi territori dalla logica del mercato: poiché diventino patrimonio, memoria collettiva, parchi, aree protette. Per produrre località che la cultura, i costumi, la rappresentazione simbolica elevano a produzioni sociali, intrecciate con un altro concetto chiave di questo tentativo di processo: l’identità. Meglio ancora dell’identità l’écart (scarto, differenza, divario) secondo un recentissimo lavoro di Francois Julien. Una cultura dell’écart domanda la capacità di porre interrogativi sui patrimoni, monumenti, ai valori che li distinguono e ne costituiscono il fondamento che li distinguerebbe. Non un riconoscimento di territori, luoghi, architetture, ma l’opportunità di porsi domande, per cercare forme di letture che non omologhino. Poiché l’omologazione è la dimensione sociale oggi più dannosa e ricorrente.