Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Pescara

Il ruolo centrale della mobilità sostenibile tra priorità strategiche e azioni tattiche. Il PUMS costituisce il riferimento per i piani e processi in materia di mobilità, per gli interventi di rigenerazione urbana e la fornitura di servizi necessari a rendere più attrattiva la città.

Il progetto di PUMS, redatto in linea congli indirizzi del documento strategico “Pescara città della conoscenza e del benessere: indirizzi strategici per il governo del territorio”, ha inteso rendere la città di Pescara più accessibile ed equa attraverso l’individuazione di scelte strategiche e obiettivi sostenibili per il miglioramento:

– della qualità dell’ambiente (istituzione di zone a priorità ambientale, riduzione dell’inquinamento acustico e dell’aria);

– delle performance funzionali (riduzione del traffico, miglioramento della mobilità ciclistica, del modal split e del sistema logistico urbano, incentivazione dell’uso del TPL in sede propria);

– della funzione sociale dei servizi (aumento della sicurezza stradale e dell’inclusione sociale).

Il Piano garantisce metodi di spostamento alternativi all’auto privata e l’integrazione tra le diverse modalità di trasporto. Raccordando gli interventi al quadro di risorse intercettate a livello regionale e nazionale, il PUMS prevede la realizzazione di un sistema di TPL in sede propria a basso impatto ambientale, parcheggi di attestazione, zone a traffico condizionato, micrologistica urbana e di una Rete Urbana Cicloviaria in sede propria o protetta.

Grande importanza è stata attribuita al monitoraggio del processo attraverso l’individuazione di un set di indicatori misurabili che consentirà di verificare l’efficacia e gli effetti delle politiche adottate e di apportare eventuali modifiche e correttivi.