Parco Nazionale della Sila

Conservazione, monitoraggio, comunicazione e condivisione attività sul territorio

Il Parco Nazionale della Sila ha attivato convenzioni per studi e ricerche con vari Enti: Università della Calabria, Università della Tuscia, Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Accademia Italiana di Scienze Forestali, Consorzio Universitario per la Ricerca Socio Economica e per l’Ambiente – CURSA, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), per la realizzazione di studi inerenti la conservazione ed il monitoraggio della biodiversità: barcoding delle farfalle notturne, monitoraggio dell’entomofauna e della chirotterofauna delle zone umide e ricerca sulla contabilità del capitale naturale ed i servizi ecosistemici nella Riserva “MaB-SILA”.

L’attività di comunicazione realizzata mira ad accrescere la consapevolezza della popolazione locale sul ruolo e l’importanza dell’area attraverso strumenti come: #RISERVAMABSILA un patrimonio da condividere, progetto finalizzato a valorizzare e promuovere il territorio ricadente nell’area e la sua biodiversità. SILA STORYTELLING, un laboratorio di esperienze, storie, culture, come strumento di marketing territoriale e promozionale.SUMMER SCHOOL, finalizzata a potenziare la sostenibilità dello sviluppo turistico della Riserva.