Piano Norma e Paesaggio

Il Territorio tradito

I temi dell’identità culturale e della partecipazione ai processi di crescita sono al centro delle politiche territoriali della Calabria, essi si sviluppano intorno alla visione condivisa di futuro in cui Piano Paesaggistico, Contratti di Fiume e di Costa e valorizzazione dei Borghi assumono un ruolo primario per l’acquisizione di un’adeguata consapevolezza sul tema. L’individuazione delle potenzialità delle risorse paesaggio, fiumi/costa e borghi e la governance condivisa sui progetti è il naturale motore per lo sviluppo locale dei processi di valorizzazione territoriale.

Il redigendo Piano Paesaggistico è lo strumento normativo di riferimento per la pianificazione urbanistico-territoriale e di educazione al paesaggio: attraverso la metodologia di lavoro incentrata sulla analisi partecipata della vulnerabilità dei paesaggi il singolo rispecchiandosi nei luoghi di vita sviluppa conoscenza dei paesaggi e consapevolezza del valore della qualità paesaggistica.

I 20 Contratti di Fiume/Costa sin qui avviati rappresentano 20 distinti percorsi di costruzione e gestione di strategie locali partecipative multiattoriali, su cui tessere le decisioni condivise, vicine alle comunità locali, per affrontare in maniera più efficiente i problemi legati al rischio idrogeologico e all’erosione costiera alla valorizzazione dei territori fluviali e rivieraschi, all’ambiente ed ai paesaggi fluviali e di costa della Calabria.

I Borghi sono elemento caratterizzante la realtà territoriale calabrese, lo sviluppo del “paesaggio culturale” attraverso la valorizzazione e la promozione dell’intero patrimonio culturale è il volano per lo sviluppo economico-turistico del territorio